Il “Mein Kampf” di Hitler torna in libreria

1452002084-1450544501-mein-kampf-012

A settant’anni dalla morte di Adolf Hitler, e col conseguente decadimento dei diritti d’autore, l’Istituto di Storia Contemporanea di Monaco di Baviera ha deciso di pubblicare nuovamente le memorie del leader nazista in tiratura limitata di quattromila copie, andate esaurite in pochi giorni.

Scritto da Hitler nel 1925, durante la sua detenzione a seguito del colpo di stato da lui progettato nel 1923, il “Mein Kampf” rappresenta il manifesto ideologico del partito nazionalsocialista, in cui si delineano princìpi cardine quali la lotta al bolscevismo, l’antisemitismo e la creazione della pura razza ariana.

In attesa di un’altra edizione, in uscita il 18 gennaio prossimo, sul portale tedesco di Amazon sarebbe stata venduta una copia del libro alla cifra esorbitante di diecimila euro.