Insolito Festival

Insolito Festival 2016

É giunto alla volta di Parma l’Insolito Festival: un mese di spettacoli, incontri inediti, esplorazioni urbane per adulti e bambini.

Una serie di imperdibili appuntamenti on the road di musica e teatro che animano i punti cardini di Parma, dal Giardino Ducale a viuzze dell’Oltretorrente, come via Imbriani. I disparati eventi hanno come tema comune quello di unire gli sforzi per creare una nuova comunità, capace di affrontare le incertezze del presente con nuovo slancio.
Uno dei primi appuntamenti degni di una visita, inno alla fantasia e al ruolo della creatività nella vita, è sicuramente lo spettacolo musicale “La historieta de un abrazo”, della compagnia italoargentina Dromosofista, composta da musicisti e attori burattinai. Poi martedì 15 luglio andrà in scena “La pecora nera” di Teatrodistinto, spettacolo per adulti e bambini, che ha come tema principale la fiera diversità di una pecora nera messa a confronto con l’ordinario gregge di pecore bianco.

Appuntamento eccentrico quello del 30 luglio, dove due dj itineranti arriveranno a Parma a bordo di una roulotte e chiederanno agli abitanti del quartiere di raccogliere le loro canzoni preferite nei formati più vari, da mp3 ai vinili, per allestire una festa musicale collettiva. Uno spettacolo che termina con una danza rétro-kitsch, una festa col meglio della musica scelta dai cittadini per i cittadini.
Inoltre si potrà assistere il 31 luglio all’Orchestre de papier, in cui l’artista belga Max Vandervorst creerà musica dagli oggetti, come bottiglie di plastica e scatole di latta. La sua ultima invenzione è un’orchestra dove a suonare è la carta. Un universo di vibrazioni prenderà vita sotto gli occhi degli spettatori.

Non mancheranno letture di fiabe africane, esibizioni paranormale con spiriti, installazioni performative, degustazioni, banchetti d’artigianato, cabaret danzanti, vendita di libri.
Questi sono solo alcuni degli appuntamenti di un festival che si accosta molto a quello della Lentezza di Colorno, per temi e intenti comuni. Fermarsi a pensare, godere della lentezza del tempo, vivere un senso di comunità, riscoprire ancestrali tradizioni così come il contatto con la primordialità delle cose.
Maggiori informazioni sulle date, luoghi degli eventi e biglietti al sito http://www.insolitofestival.org/

insolito