L’orgoglio contro le discriminazioni. A Bologna torna l’Indie Pride

Indie Pride

 

 

Si terrà il 28 ottobre al TPO la sesta edizione di Indie Pride – Indipendenti contro l’omofobia, l’evento che dal 2012 unisce musicisti e addetti ai lavori per lanciare un messaggio forte e chiaro contro omofobia, bullismo e sessismo.

Da quattro anni location e partner della rassegna, sul palco del TPO si alterneranno nomi del panorama indie italiano che hanno abbracciato la causa: dai Fast Animals and Slow Kids ai Management del Dolore Post-operatorio, dagli España Circo Este a Blindur e Cristallo.

L’Indie Pride si inserirà nel più ampio programma del riconfermato Gender Bender, il festival internazionale che da quattordici edizioni si occupa di riflettere, discutere e proporre al pubblico gli immaginari che la cultura contemporanea costruisce sulle nuove rappresentazioni del corpo, sulle identità di genere e orientamento sessuale.

Quest’anno il progetto Indie Pride vanta due novità: la recente collaborazione con Öff, nuovo spazio immerso nel centro di Bologna dedicato alle persone, all’arte, alle passioni e al gusto, e la nuova partnership con Rolling Stone.

Il messaggio che verrà lanciato il 28 ottobre sarà solo il punto di partenza di un percorso di impegno duraturo che Indie Pride e gli artisti coinvolti svilupperanno nei mesi successivi per lanciarsi in un concreto cambiamento politico, culturale e sociale che vedrà la musica come strumento di informazione e sensibilizzazione sui temi affrontati durante la serata.