Spinoza, Paolo Nori

Spinoza_primaweb-300x480

Di Learco Ferrari, traduttore ed aspirante scrittore, ne abbiamo già apprezzato le gesta e le inquietudini; ma di come e quando abbia cominciato a scrivere, di come sia diventato per lui un vero e proprio mestiere, e di di come infine sia diventato felice ai limiti dell’impossibile, non sapevamo ancora nulla.

“Noi affrontiamo il mondo come se fossimo tutti d’un pezzo, con una dignità e una coerenza che ci hanno insegnato che vanno bene. E quando crolliamo, che crolliamo, crolliamo da soli, dentro le stanze. E uno che viene da fuori non lo direbbe mai, a vederci che teniamo su una compagnia di trenta persone e beviamo lambrusco e diciamo cazzate, non lo direbbe mai che diamo i pugni al muro, quando torniamo a casa.”

Paolo Nori torna in libreria con Spinoza, opera che mescola autobiografia e romanzo con la tipica ironia dello scrittore emiliano, passando dalla Rivoluzione d’Ottobre al legame più o meno implicito che esiste tra le agenzie ippiche e le biblioteche, passando per quella domanda che sorge alquanto spontanea alla vista della copertina: ma cosa c’entra Spinoza?

Edito da Marcos Y Marcos, il nuovo libro di Paolo Nori sarà disponibile a partire dal 18 maggio prossimo.

Alberto Giusti